Luca, le tappe di una vita al servizio di Limbiate, dell’Italia, nel Mondo…


Caro Luca, voglio ricordarti così, ripercorrendo alcuni momenti della tua vita, attraverso alcune espressioni, che so che conosci e che ti rendono sempre vivo nella mia mente…

Educare è questione di cuore” : è la scritta che si legge all’ingresso del centro parrocchiale. Ti rivedo nelle foto da ragazzino, poi da giovane, dal volto solare, dalla voce pacata, sorridente e allegro, in gruppo, educato alla fede ed alla testimonianza cristiana. Lì hai imparato attraverso i tuoi sacerdoti e catechisti il valore della dignità che c’è in ogni essere umano, dal più piccolo al più anziano, mettendo in pratica azioni concrete verso i ragazzi diversamente abili e gli ammalati…

Pensare in grande, agire in piccolo”: la scelta di studiare all’Università ti ha permesso di conoscere il Mondo, quello delle relazioni internazionali; si presagiva che la tua vita sarebbe andata oltre Limbiate, dove intanto avevi fatto esperienza dell’esistenza di alcune comunità di migranti, attraverso la partecipazione alla “Festa dei popoli”, per costruire una comunità più inclusiva, esperienza che ti avrebbe portato, così come poi in effetti è stato, a lavorare in nome dell’Italia nel continente africano, pur consapevole dei rischi che potevi correre…

Sognare una realtà più bella. Insieme è possibile”: così hai realizzato il tuo sogno , o meglio, la tua missione, essere un ambasciatore di pace, umile, gentile, accogliente, generoso. Hai condiviso tutto questo insieme a tua moglie, alle tue tre bambine, agli adulti che ti hanno aiutato nelle iniziative di solidarietà attraverso la Onlus “Mama Sofia”, per cui hai ricevuto il “Premio Internazionale Nassiriya per la Pace 2020”. Noi a scuola in questi giorni parleremo di te, ci uniremo alla comunità cristiana e a quella civile per ricordarti. Grazie!

Ennio Luraschi

Questa voce è stata pubblicata in Racconti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Luca, le tappe di una vita al servizio di Limbiate, dell’Italia, nel Mondo…

  1. Giuseppe ha detto:

    Persone come Luca, ci sostengono nella “lotta” per la vita e l’accettazione anche di coloro che sono carnefici.
    Dio lo ha accolto senza dubbio, a braccia aperte,
    R.I.P. LUCA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...